Cantina

La cantina si estende in un’area dell’entroterra della provincia di Macerata a circa 400 metri s.l.m., a una distanza di 30 km dal mare, con alle spalle i monti Sibillini. La posizione del terreno è principalmente collinare con vigneti esposti al sole. In questa cornice si trova anche l’Agriturismo “Villa le Vigne” di proprietà della famiglia Saputi situato in Contrada Appezzana in Borgo S. Lorenzo di Loro Piceno. L’area dell’Azienda include diverse città quali Loro Piceno, Sant’Angelo in Pontano, San Ginesio e Colmurano.

La Storia

La Famiglia Saputi fonda la sua Azienda vinicola negli anni ’60, attingendo dalle antiche tradizioni contadine marchigiane. Dopo la fondazione da parte del bisnonno Angelo, l’Azienda è stata tramandata da padre in figlio ed è arrivata attualmente alla sua quarta generazione. Alvaro, con l’aiuto dei figli Leonardo e Andrea, ha il merito di aver fatto diventare il nome Saputi un marchio sinonimo di qualità e passione. L’Azienda è strettamente legata al territorio in cui coltiva con devozione i propri vigneti, in particolar modo al vecchio e originario insediamento colmuranese, chiamato fin dai tempi dei Piceni “Castru Vecchiu”.
L’Azienda Saputi è situata nel cuore delle Marche, sulle dolci colline maceratesi. I suoi vigneti si trovano a circa 400 metri di quota, accarezzati dalle brezze marine dell’Adriatico e dai venti dei monti Sibillini. Questo contesto caratterizza fortemente la territorialità dei prodotti Saputi. In questa cornice si trova anche l’Agriturismo “Villa le Vigne” di proprietà della famiglia stessa.

Il biologico

Spinta dall’amore per il territorio e per i vigneti, da aprile 2013 la famiglia Saputi ha iniziato un piano di trasformazione delle sue coltivazioni da agricoltura convenzionale alla biologica.
Negli anni 2011 e 2012, Leonardo Saputi, responsabile dei vigneti, aveva già iniziato a sperimentare una conduzione biologica. In questi anni, le varietà viticole autoctone selezionate dalla famiglia si sono dimostrate resistenti alle principali avversità parassitarie grazie anche al territorio, all’esposizione dei vigneti nei confronti del sole, delle brezze e del micro-clima.
Un altro motivo che ha spinto la famiglia verso una coltivazione sana e esente da pesticidi e prodotti chimici, è l’amore non soltanto verso i vigneti, ma anche verso i propri figli e le future generazioni.
Nel 2016 la famiglia Saputi otterrà la certificazione e la possibilità di scrivere in etichetta “prodotto biologico”.